Il ritorno di Livata.it

il 13 dicembre 2021, a 20 anni esatti dalla sua prima pubblicazione e a 5 dalla sospensione(il 13 dicembre 2001 è avvenuta la prima pubblicazione e lo stesso giorno del 2016, la sospensione) è ripresa l’attività di questo servizio mediatico. Le motivazioni per tornare a editare questa pagina sono state molteplici. c’è da dire che la sua interruzione fu per me una scelta difficile anche affettivamente, dopo 15 anni di consensi e ringraziamenti unanimamente ricevuti per aver portato le vicende e i colori di Livata nelle case degli appassionati montanari e nei loro grigi uffici cittadini. Il sito era progettato prevalentemente per i livatesi affezionati e per la loro voglia di avere la nostra amata montagna vicina anche nei giorni lavorativi. La prima webcam era noleggiata per 4 mesi a €600 (importo con il quale oggi ne costruirei almeno 6) e fu un plebiscito. La seconda, era di mia proprietà, assemblata e controllata da un pc desktop che leggeva anche i dati di una stazione meteo. Ne compresi la rilevanza quando continuavo ad essere incalzato a tenerla attiva tutti i giorni dell’anno, e non solo in inverno, come di solito succedeva per le cam delle stazioni sciistiche. Accendere il pc al mattino da Roma e vedere il prato verde del Cesone o un animale pascolare era un già un po’ vacanza. Nel 2016 però, le mie nottate dovevano essere dedicate ad una creatura per me ben più importante, inoltre dopo l’installazione della seggiovia, Livata.it sembrava rappresentare un intralcio a nascenti canali informativi più ufficiali. Era il momento di tirarsi indietro e lasciare spazio a chi avrebbe fornito un servizio migliore. Lo stesso sito istituzionale del Comune di Subiaco, che prima del 2013 aveva linkato Livata.it sotto la voce “Monte Livata”, cambiò improvvisamente rotta. Il mio era comunque un “arrivederci”, mostrato su una scarna pagina, dove nel rispetto di tutti i fantastici sostenitori di 15 anni era ancora presente la webcam, imperterrita, dalle sei del mattino alle dieci di sera…tutti i giorni dell’anno. In 15 anni di attività, da non-professionista della comunicazione via web, ho capito che anche telematicamente la “passione” arriva all’utente, e proprio per questo ero certo che prima o poi…

Nel frattempo, il gruppo su Facebook, nato nel 2011 come costola di Livata.it per sostituire lo Shoutbox, quella esile chat presente per anni in home page, ritrovo di una ventina di “malati di Livata” è cresciuto esponenzialmente fino a diventare una community di oltre 20000 utenti ed ha assolto egregiamente in questi anni il ruolo di canale informativo e di incontro.

Adesso Monte Livata sta vivendo una nuova realtà. La montagna in generale era già in trend positivo da alcuni anni e le conseguenze della particolare situazione sanitaria attuale hanno dato nuova convinzione per un possibile rilancio. Nuove attività locali, nuovi flussi turistici…ma nessun servizio web adeguato e aggiornato sulla località montana sublacense. Nonostante tutto mi sono sentito in “colpa”! (rigorosamente) Il 13 dicembre 2021 livata.it torna ad aprire i battenti e per non mancare la data, viene pubblicato incompleto: mentre le vecchie edizioni erano esclusivamente vicine ai livatesi incalliti, con lo scopo, anzi, di non “perderli”, adesso insorge la necessità di fornire contenuti a nuovi interessati. La scelta è stata quella di dividere in due parti il sito, pubblicando inizialmente quella più statica e generalista utile ai nuovi adepti! La seconda parte invece è quella a cui tengo di più, perchè raccoglie l’eredità di quello che livata.it ha rappresentato per tre lustri. Al momento non ci sono “13 dicembre” futuri significativi in programma, ma solo la voglia di fornire il miglior servizio possibile, con obiettivo unico “il servizio al turista”, la cui frequenza e permanenza su queste pagine rappresenta come è sempre stato, l’unico “alimento” per la prosecuzione della mia attività su questo sito. Grazie per esserci!

contatta Livata.it

entra nel magazine

iscriviti nel gruppo Facebook

LIVATA.IT

online dal 13 dicembre 2001
ideato da Maurizio Orzella
dedicato a nonno Guerrino, zio Se' e Enzo

livata.it © Maurizio Orzella 2021